POMERIGGIO IN GIALLO

Un pomeriggio letterario in compagnia di ottimi romanzi, capaci di tessere una speciale tela fatta d’intrecci polizieschi, atmosfere noir e interessanti indagini storiche e sociali: “Lo strano Natale del dottor Sossi” di Michelle Iannelli; “Venetia Nigra” di Alessandro Vizzino e “Il Bastardo” di Massimo Lerose.

Lo strano Natale del dottor Sossi, Michele Iannelli

È il secondo noir di Michele Iannelli, dopo “Marsiglia Bleu Noir”, a cui non mancano screziature da giallo; è un romanzo poliziesco, ma anche storico e sociale. Omaggio alla professione di medico psichiatra e psicoterapeuta, racconta una vicenda drammatica senza rinunciare a momenti buffi e ironici: comunque lo si voglia definire, vuole divertire chi lo legge, mentre offre conoscenza e consapevolezza sugli avvenimenti politici e sociali di quest’ultimi decenni.

L’autore è medico, psicologo clinico, psicoterapeuta e omeopata; scrive articoli e libri di scienza della salute; si diletta da attore, cuoco e tifoso di calcio.

Venetia Nigra, Alessandro Vizzino

Originale, amabile, accurato e coinvolgente, questo libro è alimentato due vene aurifere: quella del romanzo noir e quella del romanzo storico. Il filone noir avvince e induce il lettore alla smania di voler al più presto “vedere come va a finire”; quello storico fa luce su una realtà italica straordinaria, ma non sufficientemente conosciuta e consapevolizzata dagli stessi italiani, la Serenissima Repubblica Veneta.

Scrittore, poeta, editore e editor professionista, Alessandro Vizzino sciorina un lessico ricco e variegato, che usa in una maniera talmente opportuna che i numerosi personaggi, gli svariati contesti e le tante trame che popolano e che s’intrecciano nel romanzo riescono sempre a dotarsi di contorni netti e di contenuti limpidi.

Il Bastardo, Massimo Lerose

Omicidi, società segrete e un misterioso Libro Sacro per cui nei secoli si è arrivati a torturare, a uccidere e a scatenare guerre. C’è persino Dante Alighieri nell’avvincente romanzo di Massimo Lerose: il Sommo Poeta scoprirà che cinque illustri personaggi storici hanno avuto per le mani il Libro e dovrà combattere contro l’oscuro capo dell’Ordine della Pietra, il Gran Maestro dei Cavalieri Templari Jacques de Molay.

Classe 1978, l’autore è un poliedrico uomo di cultura e spettacolo, attore e scrittore con una carriera trentennale sul palcoscenico e oltre dieci anni nel mondo dell’editoria.“Il Bastardo” è il suo quarto romanzo; i primi tre, “Apnea”, “Malaria” e “Il Solitario”, insieme con il saggio “Doppio Kubrick”, hanno venduto oltre 10.000 copie.

L’appuntamento è all’Open Art Cafè domenica 11 novembre 2018 alle ore 18:00.

L’evento è a cura di Angelo Marzullo e in collaborazione con Libreria Mondadori Terracina.

Lascia una risposta

OPEN

  • Relax
  • Wi-fi area
  • Book crossing

ART

  • Spettacoli
  • Mostre
  • Eventi

CAFÉ

  • Caffetteria
  • Ristorazione
  • Wine Bar

SEGUICI

Log in